Lev

13 Dicembre 2008
ore 21:00

Dalle memorie di un caso clinico di un neuropsichiatra russo, il raffinato gruppo romano Muta Imago ha tratto un lavoro scenico coprodotto da Inteatro, nel più ampio contesto di Scenari Danza 2.0, il bando che sostiene i giovani talenti della scena contemporanea. Un performer, solo, in uno spazio vuoto ed esploso come la sua identità, lotta con il suo passato, coi ricordi, con l’oblio, con i pezzi della sua memoria in frantumi. Lev è un creatore di immagini, un essere sospeso e sorpreso dalla bellezza di tracce, ombre, curve, linee, ipotesi, nuvole, in un gioco visivo in costante stato di accelerazione fatto di suggestioni e prospettive.
Partendo dalla provocazione della materia, Muta Imago riflette sulla possibilità di approfondire e dilatare i varchi spaziali e di senso rintracciabili nella realtà. Per far affiorare storie e momenti che permettano di ricostruire un’unitarietà perduta, quella che si può trovare ancora nell’essere umano.

di Glen Blackhall, Riccardo Fazi, Claudia Sorace, Massimo Troncanetti
con Glen Blackhall
Regia: Claudia Sorace
Produzione: Muta Imago in coproduzione con Inteatro / Scenari Danza 2.0
Scene: Massimo Troncanetti
Per informazioni e prenotazioni: