Svenimenti

Stagione di Prosa
28 Febbraio 2016
ore 17:00

“In omaggio a Vselovod Mejerchol’d (che aveva intitolato Trentatré svenimenti la sua rilettura di tre atti unici di Cechov) abbiamo scelto, come titolo dello spettacolo, la parola Svenimenti, che allude ai punti di crisi emotiva e di perdita di controllo dei personaggi, urlo o gioia, pianto o riso, comunque resa e abbandono all’incomprensibile emozione della vita. E tenteremo di scoprire il mistero del fascino lieve di questi uomini e donne che, senza avere una dimensione eroica, restano impressi nella memoria per la loro autenticità, nutriti di speranze o ammalati di sconfitte, tragici contro voglia, ridicoli senza consapevolezza, una condizione umana universale che pochi altri autori hanno saputo descrivere con tanta forza e semplicità.
Accogliamo, nella drammaturgia, tutte le numerose suggestioni che ci arrivano dalla biografiadell’autore; dai racconti - una mole impressionante, ricca di ritratti e situazioni dei quali si nutrono le opere teatrali che cominciò a scrivere per poche copeche; dalle lettere - una densa e affascinante corrispondenza con amici, colleghi, editori, familiari e con la moglie,Ol’ga Knipper, apprezzata interprete delle sue opere al Teatro d’Arte di Mosca diretto da Stanislavskij e dalle altre opere cosiddette maggiori- le cui intuizioni e temi attraversano tutta la produzione dello scrittore. Elena Bucci e Marco Sgrosso

di Anton Cechov dagli atti unici, dalle lettere e dai racconti
con Elena Bucci, Gaetano Colella, Marco Sgrosso
Regia: Elena Bucci con la collaborazione di Marco Sgrosso
Compagnia: Le Belle Bandiere
Per informazioni e prenotazioni:

I biglietti potranno essere prenotati per telefono 0733-634369 il giorno antecedente lo spettacolo dalle ore 17 alle ore 20, lo stesso giorno dello spettacolo dalle ore 17 in poi.
Per le singole rappresentazioni ogni persona potrà acquistare fino a 6 biglietti.
La prenotazione telefonica deve essere confermata con il ritiro del biglietto il giorno dello spettacolo.