Mia spitta no coracao – Dalla Grecìa salentina al fado portoghese

Concerto
17 Ottobre 2015
ore 21:00

“Mia spitta no coracao”, letteralmente una scintilla nel cuore, racconta di un vero innamoramento artistico fra Marco Poeta, ambasciatore del fado in Italia, e Roberto Licci, voce fatata e storica della tradizione salentina, leader dei Ghetonia. Cosa lega la musica del Portogallo a quella del Salento? L’una è urbana e intima, sa di ginjinha bevuta placidamente e guarda dentro, l’altra è rurale e terrosa, dalla vocalità forte dei grandi campi aperti e si rivolge fuori. Ma il pathos è lo stesso, la stessa sofferenza di due popoli subliminata in un’ariosità che circuisce l’ascoltatore, come sirena ammaliante che attrae verso l’ignoto. Come i suoni di una serata che intende sedurre e condurre a una speranza. Ospiti d’eccezione le voci di Emilia Ottaviano e Giulia Poeta che saranno accompagnate anche da Maurizio Scocco al basso e Roberto Picchio alla fisarmonica.

Per informazioni e prenotazioni:

I biglietti potranno essere prenotati per telefono 0733-634369 il giorno antecedente lo spettacolo dalle ore 17 alle ore 20, lo stesso giorno dello spettacolo dalle ore 17 in poi.
Per le singole rappresentazioni ogni persona potrà acquistare fino a 6 biglietti.
La prenotazione telefonica deve essere confermata con il ritiro del biglietto il giorno dello spettacolo.