L’arte della commedia

Macerata Teatro
25 Ottobre 2015
ore 17:15

Oreste Campese, un capocomico di vecchia scuola che porta nelle piazze di provincia la tradizione secolare del teatro girovago, a seguito dell’incendio del suo capannone, si rivolge al prefetto De Caro per chiedere aiuto. Ne nasce un dialogo dai tratti ironici, ma dal fondo accorato e moralmente rigoroso, sul significato e sulla funzione sociale del teatro e dell’attore, che appare oggi di indubbia attualità. Attorno ai due antagonisti ruotano personaggi emblematici - un medico, un prete, una maestra, un farmacista - ciascuno dei quali porta in scena la logica profonda della propria identità, insinuando il dubbio che il confine tra verità e finzione sia così labile da non consentire di distinguere l’una dall’altra. Di questo vero e proprio manifesto della sua poetica Eduardo negò sempre le ascendenze pirandelliane. Innegabile rimane, tuttavia, la connotazione metateatrale del testo. Su questa punta la regia, che colloca l’azione scenica nello spazio compreso tra due platee - l’una popolata e concreta, l’altra simbolica - alle quali l’attore alternativamente si rivolge: una zona liquida, un palcoscenico dell’esistenza dove tutti i personaggi alla fine confluiscono a significare l’inesausto riflettersi della Vita nel Teatro, del Teatro nella Vita. La vetrata che delimita l’ufficio prefettizio - specchio e diaframma fra immagini ribaltate - è, così, incorniciata da una tenda di damasco rosso, che è anche un secondo sipario, replica concentrica di quello reale.
Marcello Andria
“Il mondo in fondo è un gran palcoscenico e la vita una commedia allegra o triste secondo i casi. Per vivere, gli uomini debbono adattarsi a recitare la commedia e debbono anche fingere di divertirsi”.
Eduardo De Filippo

di Eduardo De Filippo
Regia: Marcello Andria
Compagnia: Dell'Eclissi di Salerno
Per informazioni e prenotazioni:

BIGLIETTERIA DEI TEATRI
Piazza Mazzini, 10 - Macerata.
La biglietteria è aperta il lunedì dalle 17 alle 20 e dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.

Contatti:
tel: +39 0 733 230 735
email: boxoffice@sferisterio.it

Info:
www.sferisterio.it

Vendita online:
www.vivaticket.it