Stagione 10-11
Potenza Picena - Teatro Mugellini
Per informazioni e prenotazioni:

info e prenotazioni +39 0733 679 260 - +39 349 132 605 4


Lu santo jullare Francesco

15 Gennaio 2011
21:30
Vestito di nero su fondo nero, affronta il pubblico da solo, senza una spalla, un musico, un rullar di tamburino, nemmeno un cembalo. Lui, il biancore del capo, del volto, delle mani, una mimica misurata e un parlare incessante: poche pause di grande effetto, quasi un dire tra sé e sé. L’opera di Dario Fò affronta il tema della pace e della guerra proponendo in particolare il discorso di Francesco ai Bolognesi. È la famosa “concione” del 1222, una predica basata sull’ironia che fa ricorso al particolare linguaggio dei giullari fatto di lombardo, siciliano, umbro e napoletano, inframmezzato da vocaboli latini, spagnoli e provenzali comprensibile in ogni dove, ricostruita da Fo sulla base della tradizione popolare, delle cronache e delle testimonianze dirette. Non una predica moralistica ma un’affabulazione ironica, poetica, a volte sarcastica a mo’ dei giullari del tempo. Era lo stesso Francesco, tanto diverso in realtà dall’immagine agiografica che ci è stata per secoli trasmessa, a definirsi “jullare di Dio”.
Continua...

di Dario Fo
con Mario Pirovano
Regia: Dario Fo

La signorina Papillon

Stagione amatoriale
16 Gennaio 2011
17:30
Protagonista è Rose, una donna sognatrice che scrive e legge con cura il suo diario, coltiva rose e colleziona farfalle. La donna ha fatto della propria amata serra una gabbia dorata, un mondo perfetto e sicuro, inaccessibile. Con lei, tre personaggi ben caratterizzati: l’ironico e un po’ assurdo sergente Armand, il poeta e giardiniere Millet e l’amica Marie Luise, parigina frivola e non proprio innocua.
Continua...

di Stefano Benni
Compagnia: Filarmonico Drammatica di Macerata

Rumors

Stagione amatoriale
22 Gennaio 2011
21:30
Il vice sindaco di New York viene ritrovato nella sua lussuosa dimora, riverso in un lago di sangue, ferito a un orecchio da un proiettile. La moglie è sparita e mancano poche ore al party per il loro anniversario di matrimonio. “Nascosto” al riparo dagli scandali nella sua camera da letto dall’avvocato e consorte, l’uomo è ben presto reclamato dagli altri invitati. Le coppie di amici cercano prima di tutto di scoprire cosa è successo e poi di non far trapelare nulla dell’accaduto al mondo esterno in quanto l’uomo politico da proteggere è assai noto nell’intero Paese. A poco a poco tutti vengono informati del “segreto”...
Continua...

di Neil Simon
Regia: Cosimo Balducci
Compagnia: “Agorà” di Porto Potenza Picena

Mimmo e Piccolo

Teatro per Ragazzi
23 Gennaio 2011
17:30
spettacolo di teatro di figura e d’attore per bambini dai 3 agli 8 anni Lo spettacolo si adatta all’attenzione e alla comprensione dei bambini, rispettandone la sensibilità e stimolandone la fantasia. Scenicamente lo spettacolo è costituito da uno spazio-teatrino dove Piccolo vive la sua storia e Mimmo disegna o porge semplici ed usuali oggetti che ambientano o modificano le sue vicende. I due comunicano tra loro e con il pubblico con tanti gesti, smorfie, qualche suono e parole. E' lo spettacolo più rappresentato della Compagnia, quello che meglio di ogni altro si adatta all'attenzione e alla comprensione dei bambini, rispettandone la sensibilità e stimolandone la fantasia. La storia si articola su di una struttura scenica molto semplice ma altrettanto efficace nel riprodurre gli stessi meccanismi di associazione di idee e di immagini da sempre presenti nei giovani spettatori. Piccolo è un burattino molto...piccolo. La sua piccola storia è racchiusa all'interno di uno spazio che lo vede nascere e vivere e scoprire tutto quanto c'è da scoprire. Come in un quaderno dove i bambini disegnano le loro storie ed i loro personaggi, il mondo di Piccolo è tutto da inventare e da riempire, da colorare e da completare. La sua vita è un foglio di carta bianca e pulita dove tutto può accadere; è sufficiente disegnarvi il mare perché su quel mare Piccolo possa navigare e poi naufragare ed infine salvarsi su di una piccola isola che lo accoglierà bagnato ed impaurito. Con Piccolo gioca un “grande”: Mimmo. Mimmo è un grande un po' buono e un po' cattivo, un po' simpatico e un po' no; un grande non si aspettava un compagno così...piccolo e che qualche volta non sa resistere alla tentazione di dimostrarsi più forte e più importante dell'altro. Tra i due si sviluppa così un rapporto continuo, ora pacifico e sereno, ora costruito su piccole ripicche e dispetti, a volte anche di rabbia, ma che si concluderà alla fine con una inevitabile collaborazione fra i due unici protagonisti e antagonisti della storia. I due comunicano tra loro e con il pubblico con tanti gesti, smorfie, qualche suono e parole.
Continua...


con Nicoletta Briganti, Renato Patarca, Lorella Rinaldi
Regia: Lino Terra
Compagnia: Teatro del Canguro di Ancona

La serva padrona

29 Gennaio 2011
18:00
Omaggio a Pergolesi nel 300° anniversario dalla nascita - intermezzo buffo di Gennarantonio Federico La serva padrona dalla metà del Settecento è considerata la madre di tutto il teatro comico in musica. Scritta nel 1733, con le sue due parti quali intermezzi tra gli atti dell’opera seria “Il prigionier superbo” di Pergolesi stesso, la vicenda tratteggia una commedia di carattere briosa e scenicamente molto realistica nella precisa definizione della psicologia individuale. Un realismo e un riferimento diretto all’attualità sociale e al vissuto quotidiano, che ne favorirono all’epoca la fortuna sul piano estetico – di contro all’ancora imperante gusto aulico dell’opera seria popolata di miti ed eroi. L’opera mantiene ancora oggi tutta la sua freschezza teatrale grazie anche alla caratterizzazione della musica di Pergolesi. La scrittura musicale, talmente incisiva, diventa concreto gesto fisico dei personaggi, descritto e raccontato in tutta la sua carica comica, espressione di una vicenda ancora così attuale pur nei mutati parametri delle dinamiche sociali descritte.
Continua...


con Stefania Donzelli, Lucio Mauti, Pino Gullace
Regia: Gianni Gualdoni

Li Romani in Russia

30 Gennaio 2011
18:00
da Racconto di una Guerra a Millanta mila Miglia - Artista a tutto tondo, Simone Cristicchi è un cantautore che, spaziando dalla musica contemporanea a quella popolare, approda anche al teatro. Con “Li Romani in Russia”, regia di Alessandro Benvenuti, l’artista romano ripercorre i drammi della seconda guerra mondiale, in particolare della spedizione in Russia, a cui partecipò suo nonno Rinaldo che, tra i sopravvissuti, non volle mai raccontare questa esperienza. Cristicchi lo fa in maniera profonda, con simpatici siparietti ironici, attraverso i versi del poeta romanesco Elia Marcelli, uno dei pochi, fortunati, ritornati da quella tragica campagna.
Continua...

di Elia Marcelli
con Simone Cristicchi
Regia: Alessandro Benvenuti

Ciao Euphonium - Concerto

6 Febbraio 2011
17:30
Ensamble di tube e percussioni della Banda Nazionale dell’Esercito Italiano - Nato dalla comune passione per le sonorità ottenibili dalle tube e strumenti congeneri. I componenti del gruppo, che si alternano a seconda delle circostanze, sono: Giuseppe Buono Euphonium Renzo Tomò Euphonium-Baritone Antonio Tirelli Tuba Carmelo Triscari Tuba Sib Aristide Tomassetti Percussioni
Continua...


Pik-Nik

Teatro per Ragazzi
13 Febbraio 2011
17:30
strong> Pik-Nik - spettacolo per bambini dai 3 anni in su Pik e Nik, due bizzarri personaggi che sembrano provenire da “mondi” diversi s’incontrano casualmente. I due sono diametralmente opposti: quanto l’uno è confusionario e pasticcione, tanto l’altro è preciso e ordinato, quanto l’uno è apparentemente controllato e poco propenso a socializzare, tanto l’altro è allegro ed estroverso.
Continua...


con Loretta Antonella, Rebecca Murgi collaborazione artistica Lino Terra
Regia: Loretta Antonella, Rebecca Murgi
Compagnia: Teatro del Canguro di Ancona

Edipo Re da Sofocle a Pasolini

20 Febbraio 2011
18:00
Ulderico Pesce, attore lucano, è definito dalla critica italiana “l’esponente di spicco della nuova generazione dei narratori teatrali italiani”. Allievo dell’Accademia di Teatro di Mosca diretta da Anatoli Vassilev, ha lavorato come attore con Luca Ronconi, Carmelo Bene, Giorgio Albertazzi, Giancarlo Sbragia, Gabriele Lavia, Franco Branciaroli e altri. Edipo Re: un testo scritto da Sofocle, nel 425 a.c., messo in scena per renderlo comprensibile ad uno spettatore moderno. Ma come sottrarsi dal desiderio di contaminare il testo con la rilettura cinematografica che ne ha fatto Pier Paolo Pasolini con l’omonimo film del 1967? Si narra di un bambino nato da una giovane coppia italiana prima della Grande Guerra. Il padre, spinto dalla gelosia, porta il bambino nel deserto per abbandonarlo. È a questo punto che l’impostazione dell’opera cambia richiamando il testo di Sofocle.
Continua...


con Maria Letizia Gorga, Maximilian Nisi, Ulderico Pesce
Compagnia: Ulderico Pesce e il Centro Mediterraneo Delle Arti

Scherzi: L’Orso (scherzo in 1 atto) - La domanda di matrimonio (scherzo in 1 atto)

Stagione amatoriale
26 Febbraio 2011
21:30
Due gradevolissimi atti unici comici del grande drammaturgo russo. Si tratta di opere giovanili nelle quali la situazione della vita coniugale viene saggiata da differenti prospettive. L'Orso è la storia di una inconsolabile vedova che viene ad essere visitata da un creditore del defunto marito. La situazione si svolge in un crescendo di feroci litigi che sfociano però in un amore passionale e repentino tra i due. La domanda di matrimonio è la narrazione di un approccio assai ruvido tra due rampolli di buona famiglia che, tra dissapori causati da ruggini antiche e beghe di vicinato, battibecchi e riappacificazioni, si avviano alla futura vita matrimoniale.
Continua...

di Anton Cechov
Regia: Andrea Anconetani

Orgasmo raggiunto

Fuori Cartellone
13 Marzo 2011
17:30
da Sesso? Grazie, tanto per gradire di Franca Rame Cinque personaggi che raccontano le fasi più importanti del divenire donna attraverso il confronto tra loro, la scoperta del proprio corpo, il superamento di certi tabù e soprattutto l’incontro con l’altro sesso. Un percorso tutto al femminile suddiviso in cinque tappe, attraverso le quali dall’ingenuità dell’infanzia si arriva alla maturità dell’essere donna; un percorso caratterizzato da situazioni imbarazzanti, approcci goffi, pregiudizi e falsi timori che sfiorano la comicità. Una riflessione sulla difficoltà e la solitudine che la donna deve affrontare lungo il suo cammino di crescita, all’interno di una società sostanzialmente maschilista.
Continua...


Compagnia: Nuovi Linguaggi di Potenza Picena

Sei personaggi in cerca d’autore

Stagione amatoriale
26 Marzo 2011
21:30
Probabilmente il più famoso dei drammi di Luigi Pirandello, colmo di potenti metafore e struggenti verità. Nella «Prefazione» del 1925 l’autore spiega così la genesi dell’opera: […] Posso soltanto dire che, senza sapere d’averli punto cercati, mi trovai davanti, vivi da poterli toccare, vivi da poterne udire perfino il respiro, quei sei personaggi che ora si vedono sulla scena. E attendevano, lì presenti, ciascuno col suo tormento segreto e tutti uniti dalla nascita e dal viluppo delle vicende reciproche, ch’io li facessi entrare nel mondo dell’arte, componendo delle loro persone, delle loro passioni e dei loro casi un romanzo, un dramma o almeno una novella. Nati vivi, volevano vivere. E allora, ecco, lasciamoli andare dove son soliti d’andare i personaggi drammatici per aver vita: su un palcoscenico […].
Continua...

di Luigi Pirandello
Regia: David Quintili
Compagnia: Nuovi Linguaggi di Potenza Picena