Stagione 11-12
Montelupone - Teatro Nicola degli Angeli
Per informazioni e prenotazioni:

I biglietti possono essere prenotati e acquistati il giorno stesso di ogni spettacolo presso la Biglietteria del Teatro a partire dalle ore 18.00 o telefonicamente allo +39 0733 226 916. La sottoscrizione degli abbonamenti sarà possibile venerdì 2 dicembre 2011 dalle 16.00 alle 19.30 e sabato 3 dicembre dalle 10.30 alle 13.00.
Per informazioni: Ufficio Cultura del Comune di Montelupone, tel. +39 0733 224 930 7-317.


Oggi è già domani

7 Dicembre 2011
21:15
Una casalinga, un marito quasi sempre assente, due figli egoisti... Ritorna ancora il concetto del carpe diem, stavolta in chiave ironica, nello spettacolo offerto dalla bravissima e sempre simpatica Paola Quattrini in “Oggi è già domani”. Il ruolo è quello di Dora, una donna cinquantenne che si trova a riflettere ed a tirare le somme della sua vita chiacchierando con il suo più caro confidente: il muro della sua cucina! Un marito pretenzioso e rompiscatole, due figli andati via di casa ed un’amica che le regala una vacanza di due settimane in Grecia, sono i personaggi che la Quattrini da sola interpreta in uno spettacolo che è essenzialmente un monologo. Bravissima in questo compito ad intrattenere il pubblico, senza mai farne calare l’attenzione, la Quattrini presenta le incertezze, i desideri sopiti ed i sogni nel cassetto di Dora tra palpiti di gioia, all’idea di partire con l’amica, e sensi di colpa al pensiero di comunicarlo al marito. In una lotta interiore tra la Dora-ragazza piena di voglia di vivere e la Dora-spersonalizzata che è diventata, emerge il desiderio di rimettersi in gioco. Così Dora parte per la Grecia. Anche in un luogo così lontano dalla realtà quotidiana troverà un confidente sempre pronto ad ascoltarla, lo scoglio dove prende il sole! In ogni caso durante quelle due settimane Dora ritroverà e soprattutto si ri-innamorerà di se stessa, anche grazie ad un uomo che le mostrerà la bellezza delle sue smagliature ed il fascino che solo una donna di cinquant’anni possiede. Il pubblico non conoscerà il finale della storia tra Dora e suo marito ma questo poco importa perché lei ha ormai compreso che solo vivendo oggi ci si appropria del domani. A ciascuno il proprio carpe diem. (Daria Rasà)
Continua...


con Paola Quattrini
Regia: Pietro Garinei
Compagnia: Teatro e Società

Chi me lo ha fatto fare?

21 Gennaio 2012
21:15
Secondo appuntamento in cartellone al teatro "Nicola Degli Angeli" in prima nazionale con un volto noto nel panorama dei compositori italiani, Fabio Frizzi, in questo spettacolo-concerto con la partecipazione straordinaria dell'altrettanto noto fratello Fabrizio Frizzi, attore e conosciutissimo presentatore di molti programmi televisivi.
Continua...

di e musiche di Fabio Frizzi
con Fabio e Fabrizio Frizzi

Scene da un matrimonio

21 Febbraio 2012
21:15
"Credi che viviamo in una totale confusione? Credi che dentro di noi si abbia paura perché non sappiamo dove aggrapparci? Non si è perso qualcosa di importante? Credo che in fondo c'è il rimpianto di non aver amato nessuno e che nessuno mi abbia amato". Ingmar Bergman «L'idea di riproporre sulla scena un progetto come questo, assente dalle scene italiane da molto tempo – scrive il regista Alessandro D’Alatri - è estremamente stimolante. Intanto per il testo, divenuto icona della complessità delle relazioni matrimoniali, e poi il linguaggio che è "cinematografico" sin già dal titolo. È un testo che invita ad una rilettura di fatti e comportamenti in chiave contemporanea e contestualizzati alla nostra cultura. Tutto è centrato sul rapporto tra un uomo e una donna, entrambi tra la gioventù e la piena maturità, che si confrontano sul quotidiano della convivenza. Nonostante alcune variazioni, i miei due personaggi restano in quel medesimo limbo sociale descritto da Bergman: una media borghesia, colta e progressista, che resta imprigionata nella propria ideologia "politically correct", con tutto lo sforzo e l'autocontrollo che i due sono costretti a mettere in campo nel cercare di essere "civili" nella crisi. Non ci sono urla e grida, ma si cerca di trovare un equilibrio davanti all'ineluttabilità del danno. E in tutto questo diventa evidente l'aspetto ironico, già suggerito dal testo, dei nostri omportamenti "mediterranei"»
Continua...

di Ingmar Bergman
con Daniele Pecci e Federica Di Martino
Compagnia: Teatre Stabile d\'Abruzzo

Molière a sua insaputa

9 Marzo 2012
21:15
E se, dopo tutti i pretestuosi processi affrontati in vita, al signor Jean-Baptiste Poquelin, detto Molière, toccasse in sorte di doverne subire uno ancora più surreale in televisione? Un insolito Paolo Hendel, nei panni di un improbabile Molière, accetta l’invito della trasmissione televisiva "A sua insaputa". Convinto di partecipare a una serata celebrativa e promozionale della sua opera, questo buffo Molière non sa ancora che in quel programma, una specie di Serata d’Onore surreale che ospita illustri personaggi del passato e del futuro, accadranno eventi singolari al limite del paradossale. In un turbinio comico di equivoci e fraintendimenti, la serata ben presto assume i connotati dell’inquisizione: la sua vita privata, la sua opera, le sue grottesche idiosincrasie, sono analizzate, scandagliate, vivisezionate. L’ingenuo Molière prova a giustificarsi, ma la conduttrice (una strana figura mefistofelica) non gli dà tregua. Sadica e soave, chiama in causa una sequela di bizzarri opinionisti e giornalisti con nomi desueti tipo Argante, Orgone, Alceste, Cleante, Tartufo che gli sproloquiano i testi delle sue commedie. Molière riconosce in loro i suoi personaggi, e tutti gli si rivoltano contro.
Continua...


con Paolo Hendel
Regia: e drammaturgia Leo Muscato

I ritratti di Musicultura - Gabriella Ferri. Ho la testa confusa. Ci metterò un fiore".

Stagione Musicale
16 Aprile 2012
21:15
Spettacolo di teatro canzone di Piero Cesanelli.
Continua...


Regia: Piero Cesanelli