Stagione 14-15
San Severino Marche - Teatro Feronia
Per informazioni e prenotazioni:

I biglietti potranno essere prenotati per telefono 0733-634369 il giorno antecedente lo spettacolo dalle ore 17 alle ore 20, lo stesso giorno dello spettacolo dalle ore 17 in poi.
Per le singole rappresentazioni ogni persona potrà acquistare fino a 6 biglietti.
La prenotazione telefonica deve essere confermata con il ritiro del biglietto il giorno dello spettacolo.


La leggenda del pallavolista volante

Stagione di Prosa
11 Ottobre 2014
21:00

Un pallavolista del calibro di Andrea Zorzi campione nell'Italia dei fenomeni allenata da Julio Velasco, per la prima volta in scena con uno spettacolo davvero unico nel suo genere. Un grande campione del passato, oggi giornalista, un gigante (in ogni senso) che ha segnato la storia della nostra pallavolo sale sul palcoscenico di un teatro che magicamente si trasfigura in un campo di gioco. Ed ecco, attraverso la biografia di un fuoriclasse, dipanarsi un racconto teatrale dove la vicenda personale s'intreccia alla storia e al costume, dove la luminosa carriera di uno sportivo viaggia attraverso la cronaca e la storia di un Paese. Accanto a lui l'attrice Beatrice Visibelli che con ironia e divertimento lo guida nel viaggio della sua vita e della sua carriera sportiva, raccontando e incarnando gioiosamente i personaggi che lo hanno accompagnato fin dall'infanzia. Si dipinge così un affresco di paesaggi italiani, dalla campagna veneta degli anni Settanta fino ai nostri giorni, dai racconti di un'adolescenza complessata, alla formazione di uno sportivo e poi di un campione. Con le vittorie e le sconfitte del gioco e della vita. Uno spettacolo per scoprire in leggerezza la filosofia dello sport, il suo insegnamento morale. Per raccontare la fascinazione e il valore dello sport, al di là degli imperativi tecnici, economici e mediatici. In scena si gioca anche la partita tra sport e teatro, tra sport e cultura, per metterli finalmente alla pari.
Continua...

di Nicola Zavagli e Andrea Zorzi
con Andrea Zorzi, Beatrice Visibelli
Regia: Nicola Zavagli
Compagnia: Teatri d'Imbarco

Variazioni enigmatiche

Stagione di Prosa
9 Novembre 2014
17:00

'Credo che un testo non si limiti al piacere e al momento della rappresentazione. Deve disturbare, sollecitare lo spettatore di questioni e di domande sulla rappresentazione e sul testo. Spesso gli spettatori mi hanno raccontato il seguito di Variazioni Enigmatiche: in realtà non raccontavano una storia, ma se stessi. Mi trasmettevano le loro umane sensazioni su questa strana storia d'amore. E solo questo era il mio fine.' Éric-Emmanuel Schmitt

Saverio Marconi sceglie Schmitt per tornare sul palcoscenico da interprete. Il titolo dell'opera fa riferimento alle Enigma Variations del compositore inglese Edward Elgar: quattordici variazioni su una melodia che sembra impossibile da riconoscere. Così Éric-Emmanuel Schmitt sembra concepire il rapporto tra gli esseri umani: qualcosa che si può solo intuire. Variazioni enigmatiche è un testo mai prevedibile che alterna sentimenti con drammatici colpi di scena, in cui l'ironia più tagliente si trasforma in commozione, la tenerezza in folle crudeltà. È la storia del confronto disperato Abel Znorko - misantropo, Nobel per la letteratura che si è ritirato a vivere da eremita in un'isola sperduta del mare della Norvegia, vicino al Polo Nord (ma conserva un intenso rapporto epistolare con la donna amata) - e Erik Larsen, sconosciuto giornalista cui lo scrittore concede un'intervista. L'incontro, tra ferocia e compassione, si trasforma in una sconvolgente scoperta di verità taciute e dell'illusione in cui i due si sono calati.


Continua...

di Eric Emmanuel Schmitt
con Saverio Marconi, Giampaolo Valentini
Regia: Gabriela Eleonori
Compagnia: della Rancia

Notturno di donna con ospiti

Stagione di Prosa
7 Dicembre 2014
17:00

Il testo propone, ancora una volta, il viaggio che Ruccello aveva intrapreso nel quotidiano attraversato e contaminato dal thriller, nonché il viaggio nel panorama desolato della periferia urbana, dei ghetti degradati, tra le tv locali e le radio libere. Un percorso apparentemente triste, che però viene ravvivato ora da una miscellanea di sentimenti, ora da involontaria comicità. Una serie di colpi di scena con un occhio al cinema "thrilling"; ma mentre Le cinque rose di Jennifer ha come riferimento il cinema di Hitchcock, di Argento, di Polanski, nel Notturno domina quello anni '70, per intendersi di Scorsese e di Kubrik. I canoni sono sempre gli stessi: il luogo isolato, il protagonista barricato all'interno, la minaccia esterna che semina orrore e sgomento fino ad un catartico finale. L'azione si svolge in una casa a due piani nella periferia di una metropoli: Adriana porta avanti la sua esistenza, nel caldo afoso, tra canzoni e note di un pianoforte, tra televisione ed una terza gravidanza, con un marito, Michele, che lavora di notte e ritorna a casa all'alba. Una sera accade che strani individui, temuti e desiderati da troppo tempo, si introducano in casa. Improvvisamente riaffiorano senza una logica i ricordi, angoscianti fantasmi del passato, che provocheranno in Adriana una reazione atroce, insensata, ma a lei necessaria per fuggire da quella prigione grigia e ossessiva. Un progetto in definitiva che segna l'ideale ricostruzione del discorso su Ruccello, sulla violenza e modernità delle metropoli. Enrico Maria Lamanna
Continua...

di Annibale Ruccello
con Giuliana De Sio
Regia: Enrico Maria La Manna

Kevin Lemons & Higher Calling Gospel Choir

San Severino Blues Winter
27 Dicembre 2014
21:15

Dotato musicista, direttore e arrangiatore, Kevin Lemons cresce ad Atlanta in una famiglia di grandi tradizioni gospel: la nonna Ruth Lemons fonda nel 1942 l'Atlanta Masonic Choir, diretto poi da suo padre. Kevin, dopo le prime esperienze musicali in questo coro, organizza e dirige nel 1996 Higher Calling, una formazione che oggi conta 65 elementi ed è considerata tra le eccellenze del panorama Gospel in USA, per potenza, stile, qualità dei solisti e particolare gusto negli arrangiamenti dei brani originali e tradizionali. Kevin Lemons & Higher Calling hanno condiviso la scena di convention e concerti con grandi nomi del Gospel contemporaneo quali Bobby Jones, Fred Hammond, Ricky Dillard, Hezekiah Walker, The Clark Sisters, De Wayne Woods, James Hall, Donald Lawrence...Dopo aver spopolato nei radio network con l'omonimo singolo tratto dal primo CD Destined for Greatness, il loro secondo album Declaration, uscito l'anno scorso ha esordito al 10° posto in classifica del Billboard Gospel Charts e al 4° posto sul iTunes Gospel Charts.
Continua...


eMPathia

Concerto
17 Gennaio 2015
21:00

Ritorno alle origini, alla sua San Severino Marche, città che non l'ha mai dimenticata e che le ha sempre scaldato il cuore e fatto compagnia in un lungo viaggio in un giro per il mondo che non avrà mai fine, per Mafalda Minnozzi, cantante trapiantata ormai in Brasile dove la sua voce è notissima e dove lei è diventata una vera e propria star. Mafalda ha voluto che il debutto italiano fosse al teatro Feronia dove si esibirà, con il chitarrista Paul Ricci per presentare il suo nuovo lavoro "eMPathia", una proposta musicale unica che, attraverso un mix di jazz, swing e bossanova, propone un repertorio eclettico, e mai ovvio, dove ci sono dentro "Azzurro", "Arrivederci", "Estate", "Nessuno" ma anche "La vie en rose", "Inutil Paisagem", "Agua de beber", "Paroles paroles" ed "E' preciso perdonar". La scelta della data coincide con quella del lancio del cd sulle piattaforme digitali: attualmente "eMPathia" è infatti disponibile per la prevendita e il preascolto su iTunes.
Continua...


con Mafalda Minnozzi voce; Paul Ricci chitarra;e la partecipazione di Mike Melillo piano.

Sogno di una notte di mezza sbornia

Stagione di Prosa
25 Gennaio 2015
17:00

Scritta nel 1936, Sogno di una notte di mezza sbornia parla di sogni, vincite al lotto, superstizioni e credenze popolari di un'umanità dolente, che solo in questo modo riesce a pensare a un futuro migliore, per sopravvivere al proprio presente. A Pasquale Grifone, un povero facchino, piace alzare il gomito. Ma quando beve Pasquale fa sogni strani, come ricevere la "visita" di Dante Alighieri del quale gli era stato regalato un busto in gesso. Il Poeta gli suggerisce quattro numeri da giocare al lotto, precisando però che rappresentano anche la data e l'ora della sua morte. Di lì a poco la quaterna esce e Pasquale vince una bella somma. La famiglia si adatta prestissimo alle nuove condizioni e nessuno si preoccupa della disperazione del povero facchino, che vive terrorizzato dalla sua "imminente" morte.
Continua...

di Eduardo De Filippo
con Luca di Filippo
Regia: Armando Pugliese

Questa è la vita

Teatro dialettale
31 Gennaio 2015
21:00
1 Febbraio 2015
17:00
2 Febbraio 2015
21:00

Si alza il sipario sulla stagione dialettale de "i Teatri di Sanseverino" con "Questa è la vita" commedia di Amedeo Gubinelli. I protagonisti sul palco sono: il Poeta: Brandon Fung; Sor Ansermo: Roberto Chiaraluce; Ursula, sua moglie: Marica Zannini; Peppetto, loro figlio: Fabio Sparvoli; Marietta, sua moglie: Marica Zannini; Claretta, loro figlia: Francesca Sparvoli; Surì, un ciabattino: Cesare Enrico Maria Bordo; Antò, l'oste: Sandro Granata; Catò, sua moglie: Paola Egidi; Nunziatella in arte "Nina": Alessandra Granata;

 


Continua...

di Amedeo Gubinelli
Regia: Alberto Pellegrino
Compagnia: Teatro Club Amedeo Gubinelli di San Severino Marche

Sarto per signora

Stagione di Prosa
27 Febbraio 2015
21:00

Cambi d'identità, sotterfugi, equivoci, amori segreti sono gli elementi base per questo divertente e celeberrimo vaudeville. Il bugiardo dottor Moulineaux prima si giustifica con delle scuse con la moglie Yvonne per aver passato la notte fuori casa, poi cerca di tradirla con Susanna, la moglie del generale Aubin: le dà appuntamento in un dismesso atelier sartoriale che gli è stato affidato da un amico, Bassinet, per le sue scappatelle e, a causa di una porta che non si chiude, i due amanti vengono scoperti. A Moulineaux non rimane altro che fingersi sarto con conseguente inizio di una serie di episodi paradossali che sono portati avanti fino alle estreme conseguenze. La trama è basata sul classico triangolo adulterino - lui, lei, l'altro o l'altra - con la concentrazione di tutti i personaggi in un solo luogo, dove immancabilmente si incontrano coloro che non si sarebbero mai dovuti incontrare: mariti, mogli, amanti, amanti dei mariti, amanti delle mogli. Il virtuosismo tecnico di Feydeau, capace di mettere insieme colpi di scena ed equivoci con la precisione di un chirurgo, fa il resto: uscite, entrate, incontri impossibili, false scoperte, rimandi e coincidenze, disegnano figure impeccabili e congegni comici che si rivelano formidabili per mostrare il vuoto di valori di una società borghese fondata solo sull'apparenza.
Continua...

di George Feydeau
con Emilio Solfrizzi
Regia: Valerio Binasco

Il Grande Viaggio

Teatri di famiglia
1 Marzo 2015
17:00

Teatri di famiglia, rassegna promossa dalla Provincia di Macerata e dall'AMAT in collaborazione con i Comuni del maceratese per far conoscere e amare il teatro ai giovanissimi propone questo spettacolo. Il Grande Viaggio è una storia universale e comune. La storia di uno di quei viaggi che non si compiono per scelta ma per necessità. Lo spettacolo affronta con forza ma anche con leggerezza il tema dell'immigrazione, vista come opportunità di crescita attraverso le difficoltà e come percorso di conoscenza. Un giovane falegname parte da un paese lontano, attraversa il mare e approda in una patria nuova e sconosciuta. Lascia a casa la povertà ma anche una moglie ammalata che attende di poter essere curata e raggiungerlo. L'uomo approda in un mondo estraneo e bizzarro e nel momento di maggior e inevitabile sconforto gli appare, inatteso e a dargli forza, un compagno segreto: la sua anima in forma di animale.
Continua...


Regia: e testo Alessandro Serra
Compagnia: Teatropersona

La belle joyeuse

Stagione di Prosa
22 Marzo 2015
17:00

"Sanguinaria assassina" per il governo austriaco, "sfacciata meretrice" per papa Pio IX, "bellezza affamata di verità" per Heine, "prima donna d'Italia" per Cattaneo. La figura di Cristina Trivulzio principessa di Belgioioso, suscitava tra i suoi contemporanei giudizi estremi, definitivi e inconciliabili. Figlia del Rinascimento e dell'Illuminismo, Musa del Romanticismo, cultrice delle storie passate e febbrile anticipatrice del nostro presente, intellettuale, brillante, orgogliosa, stravagante, autoritaria, trovò principalmente nell'arte della seduzione la forza di attraversare da grande protagonista l'epopea del Risorgimento italiano. E come ogni vera protagonista, lacerata da pulsioni diverse; frenetica, onnipresente attivista fiduciosa in un futuro più libero e insieme preda di profonde inquietudini personali, di senso di inutilità, di sconfitta.
Continua...

di Gianfranco Fiore
con Anna Bonaiuto

Concerto Sinfonico 29 marzo 1985 – 29 marzo 2015

29 Marzo 2015
17:00

Il cartellone della stagione 2014/2015, al Teatro Feronia, si chiude con il concerto dell'Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta dal maestro David Crescenzi, in occasione del Trentennale della riapertura del Teatro. Il programma della serata, con la partecipazione straordinaria del violinista Stefan Milenkovich, prevede il Concerto per violino e orchestra n. 5 in la magg. K.219 e la Sinfonia n. 38 in re magg. K. 504 di Wolfgang Amadeus Mozart e, a seguire, due interventi di Luca Maria Cristini su "Ireneo Aleandri e il progetto del Feronia" e Francesco Rapaccioni su "Filippo Bigioli e la decorazione del Feronia".


Continua...


EROINE - Donne vere, leggendarie, mitologiche

Palcoscenico Vita fest
15 Maggio 2015
21:00

PALCOSCENICO VITA fest è una rassegna regionale di teatro, musica e danza con artisti made in Marche per l'educazione alle pari opportunità. Ogni nazionalità e ogni epoca storica hanno avuto la loro fonte d'ispirazione capare di influenzare intere generazioni: figure mitologiche, condottiere leggendarie, donne vere e impegnate politicamente che si sacrificano, che si rapportano con coraggio al dolore del vivere. Che siano realmente vissute, che siano protagoniste di leggende o che appartengano alla mitologia, le donne presentate in questo progetto hanno avuto tutte un ruolo importante nella storia e rimarranno per sempre nell'immaginario dell'umanità come figure emblematiche. Il progetto celebra cinque donne - a loro modo eroine - di cinque periodi storici differenti che sono state rese eterne dalle loro gesta, dal loro coraggio e dalla forza delle loro idee.
Continua...


con Ensemble Sineforma: Stella Barbero flauto, ottavino; Marco Vignoli oboe, corno inglese; Michele Scipioni clarinetti, percussioni; Simone Grizi violino, fisarmonica; Antonio Coloccia violoncello; Rosetta Martellini voce recitante.

Basta che vóti!

Commedia dialettale
23 Maggio 2015
21:00

"Se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare" affermava Mark Twain. Questa storia racconta una competizione elettorale ambientata in una società che comincia a fare fatica a credere nel sistema democratico, che evidenzia alcune criticità ricorrenti, che si è persuasa del distacco fra eletti ed elettori e che "legge" il voto in maniera piuttosto utilitaristica. L'animale politico, di piccole o grandi dimensioni, fa tutto per i cittadini, lo annuncia senza mezzi termini; e pur di essere eletto spende tutte le energie possibili, gioca tutte le sue carte e ricorre a tutti i piccoli artifici per riuscire nell'intento. Anche la famiglia di questa storia è coinvolta dal ciclone della politica e non si tirerà indietro di fronte agli inviti che le vengono rivolti dalle due liste che concorrono al governo del comune, addirittura ingegnandosi a trovare una soluzione molto bipartisan.
Continua...

di Fabio Macedoni
Regia: Francesco Facciolli
Compagnia: Fabiano Valenti di Treia