Stagione 12-13
Morrovalle - Teatro comunale
Per informazioni e prenotazioni:

Per informazioni e per la prenotazione dei biglietti sarà possibile rivolgersi all’Ufficio Cultura del Comune di Morrovalle telefono 0733-223130, con orario 09.00 – 13.00 o scrivere all’indirizzo di posta elettronica teatrocomunale@morrovalle.org
La biglietteria del teatro, in via Cavour 3 (tel. 0733.222379), è aperta solo nei giorni di spettacolo, dalle ore 18.00 per gli spettacoli serali e dalle ore 15.00 per quelli pomeridiani.
La prenotazione dei biglietti potrà essere effettuata soltanto al termine della prevendita degli abbonamenti.


Concerto di Natale

16 Dicembre 2012
17:30
A cura degli insegnanti dell'Associazione Toscanini '79 -
Continua...


Concerto Gospel

Stagione Musicale
5 Gennaio 2013
21:30
A cura delle "Sisters Chorus" dirette dal M° Michele Fumanti -
Continua...


Viva Verdi

12 Gennaio 2013
21:15
Cesare Bocci, attore eclettico che spazia dal teatro al cinema, affermandosi anche come interprete di importanti serial tv (il “Mimì” Augello de Il Commissario Montalbano). Nel 2013, anniversario della nascita di Verdi, Bocci porta sui palcoscenici uno spettacolo che racconta in modo accattivante e coinvolgente, le trame delle opere della trilogia del genio di Busseto: Il Rigoletto, Il Trovatore e La Traviata. La narrazione è inframezzata dall’esecuzione delle arie più famose di queste opere, eseguite dal duo Opera Pop, che fonde il linguaggio della musica pop con l’esperienza del teatro lirico in un mix di grande vocalità e presenza scenica. Viva Verdi sarà un’opportunità per unire al piacere di una bella serata teatrale la divulgazione popolare dell’opera lirica. Gli Operapop fondono il linguaggio della musica pop con l’esperienza del teatro lirico in un mix di grande vocalità e presenza scenica. Conosciuti per la vittoria alla trasmissione di Rai 1 I Raccomandati, proseguono la loro attività televisiva con esib izioni a trasmissioni come Festa Italiana, La vita in diretta, Mettiamoci all’opera e Domenica In. L'attività concertistica li porta, oltre che in tante città italiane, in USA, Sudamerica, Asia e Medio Oriente.
Continua...


con Cesare Bocci, duo Operapop

Cappuccetto rosso

Teatro per Ragazzi
13 Gennaio 2013
17:00
Cappuccetto Rosso è una delle storie più raccontate, più ascoltate, più viste: non c’è bambino che non la conosca, non c’è adulto che non la ricordi. E’ proprio su questa ripetitività d’immagini (che la nostra memoria in qualche forma conserva) e su questa reiterata sequenza di fatti (a tutti noti) che si basa lo spettacolo. Ci siamo domandati, ed è come se ponessimo a nostra volta la stessa domanda ai piccoli spettatori: quante volte il lupo dovrà ancora incontrare la bambina con il cappuccio rosso in testa? Quante focacce la mamma dovrà ancora preparare per portarne qualcuna alla nonna? Quante volte il saliscendi della porta dovrà salire e scendere così da permettere l’ingresso del lupo cattivo prima e della bambina poi?
Continua...


Regia: Gianluca Vincenzetti
Compagnia: Teatro delle Isole - Pesaro

Musical on the road

Stagione amatoriale
26 Gennaio 2013
21:15
Splendide voci, suggestive coreografie, dai più spettacolari musical in voga in tutto il mondo: Il Re Leone - La Bella e la Bestia - Shrek - Il fantasma dell'opera - Hair - Jesus Christ Superstar …e molti altri ancora!
Continua...


Regia: Serena Bianchini
Compagnia: A.S.D. Ritmosfera

Il piccoloprincipe

Teatro per Ragazzi
3 Febbraio 2013
17:30
liberamente tratto dal racconto fantastico Le Petit Prince di Antoine de Saint-Exupéry Le Petit Prince (Il Piccolo Principe) racconto fantastico e poetico fu pubblicato nel 1943. Opera letteraria tra le più celebri del XX secolo, tradotto in 180 lingue con oltre 60 milioni di copie nel mondo. Segreto della scrittura: “l’autore” è protagonista insieme al suo personaggio fantastico, ma da una memoria autobiografica si giunge ad una dimensione altra. L'autore - pilota atterra fortunosamente nel deserto del Sahara, al risveglio un bambino gli chiede di disegnare una pecora. E’ il Piccolo Principe dai capelli d’oro e viene dalle stelle. L'aviatore inizia a disegnare varie pecore, il bambino le rifiuta. Esasperato inventa una scatola bucata “la pecora si trova all’interno”. Il Piccolo Principe è ora soddisfatto e racconta la “sua storia”. Aveva bisogno della pecora per farle divorare gli arbusti di baobab prima che, crescendo, soffocassero il suo pianeta. Il piccolo principe viene dall’asteroide B 612, ha tre vulcani e una rosa molto esigente. Un giorno è partito per l’universo, ha visitato altri asteroidi abitati da strani adulti. Un pigro riflette: i baobab soffocano tutto d’intorno. Un re triste e onnipotente può governare un topo e si illude di dare ordini al sole di tramontare, vuole nominare il bimbo ministro, un vanitoso chiede di essere ammirato e applaudito, alza il cappello e si inchina quando il Principe batte le mani, un ubriacone beve per dimenticare la «vergogna di bere», un uomo d'affari conta le stelle convinto di esserne padrone e ripete "Io sono una persona seria". Un lampionaio accende e spegne un lampione ogni minuto, il pianeta gira a infatti a quella velocità; il Piccolo Principe lo ammira, è l'unico che non pensa solo a se stesso.
Continua...

di Antoine de Saint Exupery
Regia: Giovanni Buresta
Compagnia: Teatro Accademia - Pesaro

Rumors

Stagione amatoriale
9 Febbraio 2013
21:15
È la sera dell’anniversario di matrimonio del vicesindaco di New York, che per l’occasione ha invitato ad una cena tutti gli amici più cari. Gli invitati si presentano in coppia, e scoprono l’uno dopo l’altro con grande sconcerto che il festeggiato ha tentato di spararsi alla testa, colpendosi però accidentalmente solo il lobo dell’orecchio: ora giace sul letto in stato di shock, sua moglie è scomparsa e così anche la servitù. Gli ospiti, tutti professionisti newyorkesi, tentano di tenere segreta la cosa, sia per rispetto verso il padrone di casa, sia per la paura di uno scandalo che potrebbe coinvolgere le loro vicende personali ed intaccare gli interessi di tutti. Ma la messa in scena si complica con il classico arrivo della Polizia.
Continua...

di Neil Simon
Regia: Serena Bianchini
Compagnia: Associazione Culturale Sognatori

Gian Burrasca

Teatro per Ragazzi
17 Febbraio 2013
17:00
Giannino Stoppani era un bambino di nove anni. Aveva i capelli bruni, gli occhi castani e gli piaceva fare scherzi. Faceva parte di una famiglia di borghesi composta da tre sorelle:Ada, Luisa e Virginia, la mamma ed il babbo.Il giorno del suo compleanno ricevette molti regali tra cui un diario che gli aveva comprato la mamma. In questo diario scriveva tutto ciò che gli capitava come quella volta che cadde nel fiume perché aveva cercato di pescare qualche pesce con la canna che gli avevano regalato sempre per il compleanno.
Continua...


Regia: Gabriella Bottini
Compagnia: Fuoricopione - Ancona

Quelli eran giorni

23 Febbraio 2013
21:15
Musicultura presenta questo panoramico e non nostalgico viaggio attraverso la canzone negli anni ’60 e ’70,una benefica immersione in fatti e personaggi diventati miti, sulle note di brani che sono stati la colonna sonora della società di quegli anni, e non solo questo vuole essere Quelli Eran Giorni, il nuovo spettacolo di Piero Cesanelli prodotto da Musicultura. La musica fino ad allora si era rivolta ad una platea spesso composta da persone attempate. Il rock and roll diventa prepotentemente un fenomeno da teenager. Prima con l’urlatore, poi con il cantautore la canzone cambia vestito e diventa insieme ad altri rinnovati soggetti, motore propulsivo della società soprattutto giovanile. Quelli Eran Giorni propone indifferentemente dogmi di John e Robert Kennedy mescolandoli a motivi come “La bambola”, “La notte”, “Azzurro”, immagini del ’68 alternandole a brani di De Andrè, Battisti, Paoli e tanti altri. Il tutto servito da l’ Ensamble musicale La Compagnia composta da 11 musicisti ed interpreti, da due narratori ed una regia video. la compagnia ADRIANO TABORRO chitarre violino mandolino, PAOLO GALASSI basso chitarre mandolino slide guitar, ANDREA CASTA voce chitarra armonica, EL CHOPAS voce chitarra, RICCARDO ANDRENACCI percussioni, MARUMBA tastiere keyboard, BOBBY BOTTEGONI sax, ALESSANDA ROGANTE voce chitarra, ELISA RIDOLFI voce, FRANCESCO CAPRARI voce, PIERO CESANELLI voce chitarra arrangiamenti, GIULIA POETA e MAURIZIO MARCHEGIANI narratori, ANDREA POMPEI montaggio audio video fotografico. I BRANI Dio è morto, La bambola, Angelo blu, Angeli negri, È la pioggia che va, Mondo in Mi7, La canzone del maggio, Esagerata, Little Darling, Primavera di Praga, C’era un ragazzo, Quelli eran giorni, Il sole è di tutti, Azzurro, La notte, La compagnia, Bang Bang, La ballata degli impiccati, Gli Zingari, La danza di Zorba, Little Man, The house of the rising sun.
Continua...


Compagnia: Musicultura/La Storia Cantata

Na famijia de troppo

Stagione amatoriale
2 Marzo 2013
21:15
Commedia dialettale -
Continua...

di Wladimir Bonifazi
Compagnia: De Fonte Jannì

Il sogno di Alice

Teatro per Ragazzi
10 Marzo 2013
17:00
di e Regia: Rosaria Ridolfi

Jazz e d'intorni

Stagione Musicale
16 Marzo 2013
21:30
A cura dei docenti della High Shool Jazz dell'Associazione Toscanini '79
Continua...


la guerra è finita

Stagione amatoriale
6 Aprile 2013
21:15
Tratto da Romeo e Giulietta di William Shakespe - "La guerra è finita" è la storia di Giulietta che, sopraffatta dalla sua famiglia e dalla violenza che respira e subisce, con un gesto altrettanto violento ma consapevole, decide di porre fine alla spirale d'odio e a questa folle guerra intestina, togliendosi la vita. Lo spettacolo è il frutto del percorso dell'officina teatrale 2011/2012 a cura della compagnia delle Rane
Continua...


Regia: Stefano Leva
Compagnia: Compagnia delle Rane