Stagione 11-12
Morrovalle - Teatro comunale
Per informazioni e prenotazioni:

Per informazioni e per la prenotazione dei biglietti sarà possibile rivolgersi all’Ufficio Cultura del Comune di Morrovalle telefono 0733-223130, con orario 09.00 – 13.00 o scrivere all’indirizzo di posta elettronica teatrocomunale@morrovalle.org
La biglietteria del teatro, in via Cavour 3 (tel. 0733.222379), è aperta solo nei giorni di spettacolo, dalle ore 18.00 per gli spettacoli serali e dalle ore 15.00 per quelli pomeridiani.
La prenotazione dei biglietti potrà essere effettuata soltanto al termine della prevendita degli abbonamenti.


Le tre Melarance

Teatro per Ragazzi
22 Gennaio 2012
17:00
“Le tre melarance” è uno spettacolo fresco e divertente in cui re, regine e principi si mescolano alle maschere della commedia dell’Arte e dove maghi e streghe lanciano incantesimi e tristi maledizioni. La storia è ambientata a Vallepelosa, un regno immaginario dove in un batter d’occhio si percorrono più di 777 miglia e dove da tre melarance nascono principesse di straordinaria bellezza. Vittima dei sortilegi è il principe Tadeo, che partirà alla ricerca del grande amore col fedele servitore Pulcinella. Egli dovrà superare ostacoli e prove di coraggio, dovrà affrontare la terribile fata Morgana prima di trovare finalmente la principessa dei suoi sogni e ritornare sano e salvo dal re e dalla regina.
Continua...


Regia: Francesco Facciolli
Compagnia: Associazione Culturale Fare Teatro InCanto di Morrovalle

Margarita e il gallo

Stagione amatoriale
18 Febbraio 2012
21:15
Siamo nel 1500 e Annibale Guenzi, tipografo fiorentino, stampa libri che nessuno compra. Per potersela cavare dovrebbe diventare tipografo di corte ed imprimere gride e statuti. Ma occorre una raccomandazione e può arrivare solo dal Visconte Morello, cugino del granduca, “Gallo” e appassionato delle terga femminili, in cambio della quale richiede di giacere con la moglie del Guenzi, Bianca. Annibale cede ma sul più bello Bianca deve assentarsi e in casa rimangono solo il tipografo e la sua nuova serva, Margarita, proveniente dalla Lombardia che parla uno strano gramelot. Un testo che occhiegga alla commedia cinquecentesca, scritto da un autore contemporaneo, in una divertente e puntigliosa partitura!
Continua...

di Edoardo Erba
Regia: Antonella Pelloni
Compagnia: Associazione Culturale Artisticamente Ali d\'Aquila -Loreto

Confusioni

Stagione amatoriale
25 Febbraio 2012
21:15
Confusioni è un’ opera composta da atti unici che in apparenza sono debolmente collegati tra loro. Il sottile filo conduttore dell’opera non si trova dunque nella trama,ma in un’atmosfera di profonda incomunicabilità in cui sono immersi , ciascuno al proprio modo,tutti i personaggi, ciascuno chiuso in un personale mondo dove, al di là degli apparenti tentativi di comunicare, non c’è in realtà nessuno spazio per l’altro. Il clima tragicomico e surreale di Confusioni nasce dalla rigidità degli automatismi psicologici dei personaggi e dal loro esasperato egocentrismo che li condanna alla solitudine.
Continua...

di Alan Aychban
Regia: Sabrina Conocchioli
Compagnia: Associazione Culturale Teatro all'Improvviso Camerino

Mimmo e piccolo

Teatro per Ragazzi
11 Marzo 2012
17:00
Piccolo è un burattino molto...piccolo. La sua piccola storia è racchiusa all'interno di uno spazio che lo vede nascere e vivere e scoprire tutto quanto c'è da scoprire. Come in un quaderno dove i bambini disegnano le loro storie ed i loro personaggi, il mondo di Piccolo è tutto da inventare e da riempire, da colorare e da completare. La sua vita è un foglio di carta bianca e pulita dove tutto può accadere; è sufficiente disegnarvi il mare perché su quel mare Piccolo possa navigare e poi naufragare ed infine salvarsi su di una piccola isola che lo accoglierà bagnato ed impaurito. Con Piccolo gioca un “grande”: Mimmo. Mimmo è un grande un po' buono e un po' cattivo, un po' simpatico e un po' no; un grande non si aspettava un compagno così...piccolo e che qualche volta non sa resistere alla tentazione di dimostrarsi più forte e più importante dell'altro.
Continua...


Regia: Lino Terra
Compagnia: Teatro del Canguro di Ancona

De Andrè

Stagione Musicale
16 Marzo 2012
21:15
da Marinella a Princesa Questo spettacolo è tratto dalla serie dei ritratti di Musicultura, con i quali Piero Cesanelli ha voluto ridisegnare le figure di alcuni grandi artisti presentandoli al pubblico sotto la vivace forma del teatro-canzone. Tutta l’opera di De Andrè è percorsa da una ricerca di libertà che è da sempre la bandiera della sua arte poetica. I personaggi da lui raccontati divenuti poi familiari a tutti, sono stati collocati da un destino infausto in situazioni disperate. L’unico riscontro che questi protagonisti possono avere è quello di lasciare questo mondo per ritrovarsi poi in luogo dove tutto è controllato da Dio giusto e sereno. Piero Cesanelli che ha conosciuto ed avuto come ospite e giurato a Musicultura De Andrè ci disegna un profilo del grande cantautore dove il video racconto, la recitazione e l’esibizione musicale live la fanno da protagonisti. Quasi due ore in cui diventa facile accedere più agevolmente al mondo di un artista che per tutta una generazione rimane un importante punto di riferimento. LA NARRAZIONE Due attori intratterranno il pubblico leggendo note biografiche scritte per lo spettacolo da Piero Cesanelli e parole dette dallo stesso De Andrè.
Continua...


Compagnia: Musicultura – I ritratti di Musicultura

Addru che terremotu

Stagione amatoriale
17 Marzo 2012
21:15
Commedia dialettale in tre atti di Oriano Costantini. La commedia narra le vicissitudini di Antò, un contadino il cui terreno confina con una fabbrica di scarpe e con la proprietà del vicesindaco. I due confinanti, supportati dal Comune, hanno mire "espansionistiche" verso il terreno di Antò e questo aumenta ancor più la sua ribellione contro l'amministrazione comunale da lui accusata di essere un covo di raccomandati e perditempo. Il poveretto e sua moglie saranno oggetto di lusinghe alle quali nonostante l'ostinazione di lui e l'arrendevolezza di lei...
Continua...

di Oriano Costantini
Compagnia: La Compagnia de Fonte Jannì - Morrovalle

Le sorelle Misericordia

Stagione amatoriale
24 Marzo 2012
21:15
Il sipario si apre con le sorelle Misericordia che dopo anni e anni si ritrovano al funerale del padre, il quale ha lasciato loro una cospicua eredità: l’azienda di famiglia. Unica clausola per poter procedere alla vendita della stessa ed incassare il ricavato di anni di lavoro è che le figlie, insieme, portino a buon fine almeno un contratto per conto della ditta. La trama apparentemente semplice, si rivela piuttosto complicata; in un intreccio di malintesi, disguidi, contrasti caratteriali e storie che riemergono dal passato, le protagoniste dovranno darsi un bel da fare prima di aggiudicarsi il tanto agognato lascito. “Le sorelle Misericordia” è uno spettacolo fresco ed accattivante e rappresenta “l'italianità” più bella, tesa al futuro, ma al contempo ancorata alle tradizioni, quella geniale e bizzarra, quella che rende questa esilarante piece chiara e godibile al pubblico di ogni età.
Continua...

di Eugenio Sideri
Regia: Stefano Leva
Compagnia: Associazione Compagnia delle Rane Morrovalle

Cenerentola... principessa per sempre

Teatro per Ragazzi
25 Marzo 2012
17:00
Considerata letteratura eterna, Cenerentola non ha bisogno certamente di presentazioni; Cenerentola, “è”, il sogno di ogni bambina, il principe, “è”, il sogno di ogni bambino; ed ogni adulto, col sorriso sulle labbra segue lo snodarsi della storia, antica ma sempre moderna e attuale, perchè chi non sogna, sta rinunciando alla vita. La danza, la recitazione e il canto si fondono in questa fiaba come un perfetto accordo con la sua armonia, e ne consentono la sottolineatura decisa e teatrale. La scelta dei costumi sottolinea l'accuratezza e l'attenta ricercatezza, in un lavoro di costante confronto, ognuno per lo specifico delle sue competenze.
Continua...


Regia: Giancarlo Salvucci
Compagnia: Massimo Romagnoli di Pollenza

Nunsense - Le amiche di Maria

31 Marzo 2012
21:15
NUNSENSE (gioco di parole tra NUN - suora e NONSENSE), ha debuttato nel teatro “Cherry Lane” di New York il 12 Dicembre 1985. È stato il secondo musical della storia Off-Broadway per permanenza continuativa in scena (8 anni). Ha vinto quattro premi “Outer Critics Circle Awards”, tra i quali quello di miglior musical off-Broadway ed è stato rappresentato in tutto il mondo in più di 26 lingue. Impegnate in una partita di bingo dalle Focolarine, la Reverenda Madre, Suor Uberta, Suor Robertanna, Suor Leonella e Suor Amnesia sopravvivono alla fatale zuppa al finocchio che la povera Suor Giulia ha servito per cena alle 52 sorelle del Certosino Zelo. Tornate in convento le cinque protagoniste trovano tutte le consorelle con la faccia nella minestra! Non avendo la possibilità economica di seppellirle tutte, sono costrette a conservare le ultime 4 sfortunate…nel congelatore! Ma le amiche di Maria non si danno per vinte e mettono in scena uno spettacolo per raccogliere il resto dei soldi. Queste le premesse all’esilarante spettacolo stile Sister act, rappresentato ora in lingua italiana per la regia di Fabrizio Angelini, (lunga esperienza con la Compagnia della Rancia), regista, coreografo e musicista. Nel suo adattamento la vicenda è trasferita in Italia ai giorni nostri: le cinque suore sono ben calate nella vita di oggi, con tutti i nessi e connessi, ben informate sugli avvenimenti e sulla cronaca, nonché sugli eventi televisivi, con tanto di riferimenti a Suor Paola, don Mazzi… Lo spettacolo inoltre ha un allusivo sottotitolo: “le amiche di Maria”…
Continua...


Regia: e coreografie di Fabrizio Angelini

Infinite o sfinite?

14 Aprile 2012
21:15
In questo spettacolo Dio è una donna. E contrariamente ai trend del momento, è una signora di mezza età, fa miracoli, ma anche i conti con le rughe, che nel suo caso sono eterne; non è magra perché tende ad espandersi come l’universo. È terribile ma anche insicura, perché una donna anche se è Dio fa fatica a crederci! Poi dall’Infinito si passa allo Sfinito ed ecco che scesa tra gli uomini la donna deve fare miracoli di ben altro tipo. Mettere assieme il marito e il mutuo, la carriera e la diarrea dei figli, questi sì che sono miracoli! E allora vai con le donne che amano troppo, mangiano troppo, parlano troppo, fanno tutto troppo. Un mondo popolato da manager rampanti, iperfemministe dalle improbabili campagne, povere assassine, vecchie ciniche, qualunquiste coatte ed eleganti snob la cui Bibbia è Vanity Fair. Pregustando il giorno del Giudizio Universale, in cui finalmente gli ultimi saranno i primi e gli uomini partoriranno con dolore, non ci resta che chiederci: se il Diavolo veste Prada, Dio cosa si deve mettere? Spettacolo esilarante interpretato da due grandi talenti del cinema e teatro italiani, reduci entrambi dalla fortunatissima serie Un medico in famiglia 6.
Continua...

di e con Emanuela Grimalda, Paola Minaccioni
Regia: Michael Margotta

La bella e la bestia

Teatro per Ragazzi
15 Aprile 2012
17:00
Un musical coinvolgente, brillante e commovente per alcune scene con un alto pathos. La storia, classica, della strana ragazza del villaggio che per salvare il padre commerciante si offre di andare al suo posto al castello dell’orribile Bestia. La fata delle rose, il giovane principe, la Bestia, Gaston , questi i personaggi di “un amore così grande” che toglie ogni maleficio. La Bestia tornerà ad essere il bellissimo principe che era, Belle che ha apprezzato la sua bontà e dolcezza in un aspetto così rude, non potrà non amarlo. Il lieto fine è assicurato. Scenografie, costumi, luci, musiche e canzoni direttamente dal vivo, interpretate da attori preparati e professionali, tratte dal cartoon di Walt Disney ed altre, inedite, dove i bambini riconoscono, nei nostri personaggi, i loro beniamini.
Continua...


Regia: Gabriella Verdinelli
Compagnia: Teatro Emporio di Cingoli