Stagione 14-15
Civitanova Alta - Teatro Annibal Caro
Per informazioni e prenotazioni:

Per prenotare contatta direttamente il Teatro tel.0733-892101 e-mail: a.caro@tuttiteatri-mc.net


Hopera... baby!

Civitanova Danza tutto L'anno
8 Febbraio 2015
17:00

Uno spettacolo di danza hip-hop e break per adulti e bambini su arie liriche classiche. Un viaggio onirico poetico e coinvolgente nelle arie e melodie celebri del Bel Canto italiano ed europeo, interpretate e riportate all'oggi con raffinatezza e ironia, poesia e sorrisi per farne apprezzare bellezza e l'immortalità. Un tocco delicato che fa volar via la polvere del tempo e crea un'opera unica con un linguaggio nuovo che esalta e dà forma alle arie di Verdi, Leoncavallo, Rossini, Handel, Mozart. Con virtuosismi acrobatici, incredibili intrecci gestuali, inaspettate evoluzioni, la necessaria follia e i non sense dei coreografi, questo spettacolo nasce con una leggerezza e una qualità stilistica che rapisce fin dalle prime note. Un fuoco di artificio, un humor sottile che conduce lo spettatore in un viaggio attraverso suggestioni musicali e teatrali divertenti, quasi paradossali, ma anche impalpabili che avvolgono lo spettatore in un susseguirsi di scene, atmosfere e situazioni. Il risultato è sempre il sorriso e il divertimento che accomuna grandi e piccoli in un connubio di tradizione e innovazione.


Continua...


FISSòARMONIKòS uomini e fisarmoniche

residenze e debutti
27 Febbraio 2015
21:15
28 Febbraio 2015
21:15

Una grande fiaba, che fa ridere, commuovere, stupire, e accompagna lo spettatore a ballare i propri sogni on the road, che dall'Italia arrivano alle strade d'Europa e poi di là, fino alle Americhe. Il nuovo spettacolo di Giorgio Felicetti è un grande affresco epico, storico, artigianale, esilarante e commovente, sullo strumento più popolare e totale, la fisarmonica. Muovendosi proprio come su tasti di un accordion, usa più registri teatrali: dal comico-circense alla narrazione civile, dal cabaret musicale alla favola storica, con al centro sempre la fisarmonica, gli scienziati-inventori che ne hanno tracciato l'evoluzione e, naturalmente, la musica. È la storia di una famiglia, narrata in due secoli: dal 1815 al 2015. Suonatori, poi artigiani e costruttori. Dentro c'è tutta l'epopea musicale della fisarmonica: dai prototipi di Leonardo Da Vinci ai maestri liutai fiamminghi, dalle botteghe artigiane viennesi ai funerali di Beethoven, dalle battaglie risorgimentali alle scoperte musicali dei contadini dell'800, il popolo di Giuseppe Verdi.
Continua...

di Giorgio Felicetti
con Giorgio Felicetti, Valentina Bonafoni e la partecipazione di Piccola Orchestra Armonikòs: Christian Riganelli fisarmonica Roberto Lucanero organetto Peppe Franchellucci violoncello

Jessica and me

Civitanova Danza tutto L'anno
7 Marzo 2015
21:15
Lei vuole che io danzi, oppure vuole che io parli? Dietro questa domanda, rivolta da Cristiana Morganti ad uno spettatore, si cela una delle chiavi di lettura di Jessica and me. In questo suo nuovo spettacolo, la storica danzatrice del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch, giunta a un momento importante del suo percorso, si ferma a riflettere su se stessa: sul rapporto con il proprio corpo e con la danza, sul significato dello stare in scena, sul senso dell'"altro da sé" che implica il fare teatro. Ne risulta una sorta di autoritratto idealmente a due voci (Jessica and me) di efficace e spiazzante ironia, dove Cristiana rivela ciò che accade nel backstage del suo percorso professionale. Un puzzle di gesti, ombre, muscoli, tenacia, spavalderia, timidezza, ricordi e progetti.
Continua...

di e con Cristiana Morganti

Dei crinali

Civitanova Danza tutto L'anno
21 Marzo 2015
21:15
Haiku:
sento linee
tese al vuoto
orizzonte interno

I crinali sono uno dei pochi orizzonti immaginari raggiungibili sulla terra, li osservi sempre dal basso, quando ti sospendi sopra di essi sei sul confine tra due luoghi sulla schiena terrestre; questa tende al cielo, non come una vetta, prosegue la sua corsa parallela tramite tentativi di innalzamento. Puoi seguirla per un po' ma poi da una parte o dall'altra dovrai scegliere di scendere. Non puoi restare sospeso per sempre. Quello che porti con te sono le innumerevoli sensazioni ed azioni emotive, che sul punto di confine traversano il corpo. Dei Crinali narra un paesaggio che porta alla sospensione, senza mettere nessuna parola fine alla sua esplorazione.
Continua...


Concerto straordinario

Civitanova Classica Piano Festival
30 Marzo 2015
21:15

Sul palcoscenico due grandissimi esecutori del pianoforte: Vladimir Ashkenazy e Vovka Ashkenazy. Il primo ha una carriera in continuo movimento: è un pianista dalla tecnica impeccabile e un apprezzato direttore d'orchestra. Il secondo, ha iniziato lo studio sotto la guida dei due brillanti genitori per poi proseguire sotto l'ala di altri noti esecutori e oggi è molto attivo nella musica da camera che registra su CD. Il programma è da brividi: Schubert, Brahms, Rachmaninhoff...


Continua...


Enter Lady Macbeth

Civitanova Danza tutto L'anno
16 Aprile 2015
21:15


Temo tuttavia la tua natura:
è troppo piena del latte dell'umana bontà
per prendere la via più breve.
Tu vorresti essere grande, non sei
privo di ambizione, ma non vuoi
che il male la accompagni. Ciò che desideri
aredentemente, lo vorresti santamente.
...... Vieni presto,
affinchè io possa versare il mio coraggio nel tuo orecchio
e domare col valore della mia lingua
tutto ciò che ti tiene lontano dal cerchio d'oro.....

Ancora una volta il tema di fondo è l'indagine della condizione e della natura umana, sia pure in rapporto al problema del potere e del suo esercizio. Il senso della tragedia è il trasferimento dal piano magico e fatale a quello psicologico e umano, Lady Macbeth diventa creatura della notte come le streghe e questo suo sostituirsi, con la sua presenza fisica di donna, a quegli esseri che appaiaono mere esalazioni della terra e dell'aria, sottolinea la transizione progressiva dal piano metafisico a quello umano. Il principio che governa l'intera struttura del Macbeth è l'antitesi. Il femmineo qui indagato rappresenta il nucleo creatore e distruttore degli eventi stessi, forza che incita, che muta, che stimola, esalta, condanna, arma, in un percorso fatto di promesse, potenzialità, ambizioni, paure, colpe, rimorsi, punizioni e follia come umano riflusso di coscienza.


Continua...

di ispirato alla tragedia Macbeth di Shakespeare
con Eleonora Chiocchini, Maru Rivas, Sara Orselli, Françoise Parlanti, Frida Vannini

Post Partum

Stagione teatrale
30 Aprile 2015
21:15

Post partum è la tragicomica quotidianità di una neo-mamma in panne che ha il coraggio di "chiedere aiuto". Post partum non è solo uno spettacolo, vuole essere un viaggio tagliente e ironico nei meandri di quell'universo femminile mai ascoltato e, troppo spesso, volutamente rimosso. Lo spettacolo nasce dall' esperienza personale dell'autrice, Betta Cianchini, e da un lavoro certosino di ricerca e documentazione sul campo, che si compone di oltre 100 interviste fatte da una mamma ad altre mamme, di testimonianze delle ascoltatrici di RadioRock, di telefonate ai consultori. Al parco, all'asilo, al supermercato, ovunque la stessa identica reazione. Le stesse risposte. Le donne hanno paura nel dichiarare di non sentirsi all'altezza del ruolo di madre, temono di affrontare l'argomento, di confrontarsi e di dire la verità. Ma soprattutto di essere giudicate. Si parla tanto di "sofferenza fetale" e poco di "sofferenza materna". Eppure i casi sono in crescente aumento.
Continua...

di Betta Cianchini
con Sonia Barbadoro e Alessandro Culiani al violoncello.

Rifugium Peccatorum

residenze e debutti
9 Maggio 2015
21:15

Lavoro in fieri, costruito sul limite tra danza, teatro e performance. Liberamente ispirato alle Litanie Lauretane dove, in particolare, la Madonna è invocata con l'appellativo di "Rifugio dei Peccatori". Il peccato come handicap, problema di condotta, lo stonato essere fuori misura nel senso del troppo o del troppo poco, sempre comunque del non abbastanza. Non allinearsi come dato di fatto, senza giudizio: i movimenti coreografici sono l'enunciato dell'imperfezione. Autoironia. Esame di coscienza in cui è il corpo a confessare. Due figure dai movimenti febbrili tentano a lungo di disciplinarsi compiendo una serie di azioni sincroniche, in assenza di suono.
Continua...


con Fabio Ciccalè, Chiara Pacioni

Concerto di chiusura

Civitanova Classica Piano Festival
14 Maggio 2015
21:15
ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA direttore ZBYNEK MÜLLER MARIO CARBOTTA flauto LORENZO DI BELLA pianoforte Programma G. ROSSINI (1791-1868) Overture dalla Cenerentola
Continua...